Tu sei qui

Gioielli

  • Collier in oro giallo 750, con incastonatura di diamante con taglio brillante, realizzato su lastra d’oro.

  • Sofisticato e suggestivo anello in argento, costituito da piccole piastre assemblate tra loro, sulle quali sono incastonati tre piccoli e luminosi topazi azzurri.

  • Appartiene alla tradizione orafa locale, l'anello con corniola veniva regalato in occasione del battesimo al figlioccio da portare in dono alla futura fidanzata.

  • Anello a cupola in argento caratterizzato dalla forma e dalla particolare lavorazione denominata a nido d’ape, reinterpretazione della fede sarda realizzata con la tecnica della fusione.

  • Ciondolo in oro giallo 750 (18 K) con incastonato una ciprea, in filigrana. Simbolo apotropaico della fertilità femminile decorato con una piattina ritorta in oro. L’oggetto viene impreziosito con pendenti con corallo.

Il settore

La filigrana è ancora oggi la tecnica decisamente più impiegata nell'oreficeria sarda ed è quella che conferisce un preciso carattere identitario alle produzioni locali, grazie soprattutto all'altissimo virtuosismo raggiunto dagli artigiani nel suo impiego.

A questa si sono nel tempo aggiunte nuove tecniche e nuove sperimentazioni, con esiti di grande suggestione e interesse.

Esperienze e percorsi che pur ripercorrendo con rinnovato interesse gli esiti della grande tradizione orafa isolana, si aprono ad audaci e interessanti contaminazioni, seguendo istanze vicine al più moderno design.

Un patrimonio locale, un valore aggiunto, che accostato alla ricerca di forme nuove, pur ricche del ricordo della tradizione, ha condotto gli artigiani a realizzare delle collezioni assolutamente moderne, arricchendo di nuova linfa un patrimonio di conoscenza e manualità.